Newsletter N. 29 del 23 giugno 2016

Wikimania, a Esino Lario un evento di caratura mondiale

E’ in corso in questi giorni a Esino Lario Wikimania, il raduno mondiale dei contributori dell’enciclopedia Wikimania.
Regione Lombardia ha fortemente sostenuto una manifestazione davvero particolare che è anche una grande chance per la Lombardia perché attira l’attenzione mondiale sui territori montani della nostra regione.
Regione Lombardia ha messo a disposizione 300 mila euro per la riqualificazione della Strada provinciale 65 per Esino e altri 200 mila euro per diversi interventi che hanno interessato il Palazzetto dello Sport e la Sala Polifunzionale ex Cinema, dove i rappresentanti di Wikimania hanno le loro postazioni.

Ponte San Michele di Paderno: 1,6 milioni di euro per lavori di consolidamento
Via libera ai lavori urgenti di consolidamento e di sistemazione dell’importante nodo ferroviario-viabilistico costituito dal ponte San Michele a Paderno.
Il provvedimento di assestamento del bilancio approvato nella Giunta del 20 giugno ha stanziato 1,6 milioni di euro per la sistemazione viabilistica e messa in sicurezza dell’infrastruttura: in particolare queste risorse andranno alla messa in sicurezza del piano stradale, dei marciapiedi, dei canali di scolo e dei parapetti.

Servizi abitativi: via libera in Commissione Territorio al progetto di legge
Uno dei provvedimenti più importanti di questa legislatura 
Stop alle graduatorie infinite e inique e avvisi pubblici per l’assegnazione rapida degli alloggi; possibilità per i Comuni ad alta tensione abitativa di adottare provvedimenti d’urgenza per la consegna degli alloggi. E poi, istituzione di un sistema di accreditamento, per cui i servizi abitativi potranno essere forniti anche da operatori privati accreditati; previsione di un contributo regionale di solidarietà e istituzione di Agenzie per l’Abitare.
Queste, in sintesi, alcune delle novità più significative introdotte dal progetto di legge sui servizi abitativi, approvato il 14 giugno a maggioranza in Commissione Territorio, dopo numerose audizioni che hanno coinvolto complessivamente una quarantina di soggetti.
Tra le altre novità del provvedimento anche la frequenza degli avvisi pubblici (almeno due l’anno) e l’istituto dell’accreditamento, grazie al quale pure altri soggetti potranno erogare servizi abitativi (anche i privati pertanto potranno entrare nella gestione). Sono previsti percorsi di presa in carico dei soggetti più deboli attraverso i servizi sociali, con l’obiettivo di seguire da vicino l’evoluzione e le condizioni della persona interessata.
contratti di locazione saranno temporanei, rinnovabili.  Con questo provvedimento viene introdotto in Lombardia il concetto che le politiche abitative sono politiche sociali e non politiche edilizie, senza nessun aumento del canone.

Negozi storici: a Lecco “Macelleria Vassena”, “Maurizia” e “Polleria Vertemati” e a Mandello Del Lario “Comini & Bedogné”
Continua la valorizzazione di questo importante patrimonio
Sono quattro in provincia di Lecco gli esercizi commerciali che potranno fregiarsi della dicitura “Negozio storico” in Regione Lombardia. Si tratta di Macelleria Vassena (1927), Maurizia (1949) e Polleria Vertemati (1936) a Lecco e di Comini & Bedogné (1939) a Mandello del Lario.
negozi storici costituiscono un patrimonio che Regione Lombardia continua a valorizzare e sostenere, perché sono punti di riferimento ed elementi di attrattività per i centri urbani.
Dietro queste insegne molte volte ci sono storie di vita veramente significative, che raccontano l’identità regionale e un modo di fare attività economica in grado di durare nel tempo, nonostante i morsi delle crisi e i rapidi cambiamenti imposti dal mercato.
Turismo: da Regione Lombardia un premio a chi innova con il digitale
Un bando per premiare e valorizzare i migliori progetti di innovazione digitale in ambito turistico è stato approvato dalla Giunta di Regione Lombardia del 20 giugno su iniziativa dell’assessore allo Sviluppo Economico Mauro Parolini. A disposizione dei partecipanti dell’edizione di questo Digital Award – che verrà realizzato nella cornice di Meet The Media Guru, la piattaforma che da diversi anni si occupa di cultura digitale a livello internazionale - premi da 10mila euro per sette categorie.
Il web e i nuovi strumenti digitali non solo hanno introdotto profondi cambiamenti e reso globale la competizione per intercettare il flusso crescente di viaggiatori, ma sono stati al contempo causa ed effetto dell’affermazione di un pubblico di utenti sempre più indipendente, frammentato ed esigente. Regione Lombardia ha colto l’importanza di questa sfida e intende affrontarla da protagonista, insieme a tutti gli operatori, per fare della nostra regione, come destinazione e modello di promozione, una delle più importanti in Europa.
SCHEDA
BANDO “DIGITAL AWARD” – IL CORAGGIO DI INNOVARE – EDIZIONE TURISMO 2016” – Il bando intende sostenere la diffusione di innovazione e best practices che utilizzano il digitale come leva di competitività per il turismo. L’iniziativa è promossa insieme a Unioncamere Lombardia nella cornice di Meet The Media Guru (MTMG), la piattaforma che dal 2005 porta l’innovazione e la cultura digitale a Milano attraverso eventi di alto profilo internazionale.
PREMIO – Le risorse ammontano a € 150.000 e i premi da assegnare ai vincitori consistono in contributo di € 10.000.
CATEGORIE –  Sono previste cinque categorie che prevedono un contributo finanziario: Sezione Destinazione Smart, Sezione Comunicazione, Sezione Mobilità, Sezione Made in Lombardia, Sezione Ospitalità. Sono previste, inoltre, due categorie Premio Speciale: 
Sezione Anno del turismo, premio alla migliore idea di evento di chiusura dell’anno del turismo in Lombardia (29 maggio 2017) grazie all’utilizzo di strumenti e strategie digitali innovativi e Sezione Loyalty Marketing.
SOGGETTI AMMISSIBILI – Possono accedere al premio per tutte le categorie: imprese con sede operativa in Lombardia ivi comprese le strutture recettive non alberghiere; soggetti pubblici e privati con sede operativa in Lombardia quali ad esempio enti locali, associazioni di categoria, agenzie di promozione turistica, pro loco, consorzi turistici; liberi professionisti che abbiano eletto a luogo di esercizio prevalente dell’attività professionale uno dei Comuni della Lombardia.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *